La legge 949/52 - Sardegna

Una legge storica che cambia la storia dellaTua Azienda. Crea nuove opportunità per la tua impresa, migliora la tua azienda e scopri i vantaggi previsti dalla Legge 949/52.

La legge 949/52 offre una gamma completa di soluzioni per finanziare la costruzione, l'acquisto, l'ampliamento e/o l'ammodernamento di laboratori, l'acquisto di macchinari, attrezzature e autoveicoli industriali ed, inoltre, costituzione di scorte, di materie prime e di semilavorati.

Convenienza, affidabilità dell’intervento , chiarezza, efficienza e semplicità sono i punti di forza di una legge pensata per sostenere finanziariamente  e realizzare con contributi pubblici i tuoi progetti.

Da sempre vicina al mondo dell’artigianato Artigiancassa è la banca in grado di finanziare e sostenere le imprese artigiane, di offrire ogni tipo di supporto e consulenza per ottenere con efficacia le agevolazioni previste dalla legge 949/52

 Artigiancassa è la tua banca

L’esperienza, la professionalità, le conoscenze tecniche sono a tua completa disposizione.


 

Clicca “Per saperne di più” per avere informazioni e richiedere un appuntamento con Artigiancassa, oppure “Simula” per scoprire come varia la rata del tuo finanziamento.

La legge 949/52 - Sardegna

La legge 949/52 è il principale strumento agevolativo nel comparto del credito per sostenere lo sviluppo delle imprese artigiane e, in alcune regioni, delle microimprese operanti nei restanti settori produttivi. L'agevolazione consiste in un contributo in conto interessi che riduce il tasso dei finanziamenti erogati da Banche in favore di dette imprese integrati da un contributo in conto capitale calcolato sull'ammontare della spesa ammessa e dall'eventuale concessione del contributo per la riduzione dei costi di garanzia rilasciata sul finanziamento da un Confidi ex art. 13 del D.L. 30/09/2003, n. 269 e L. 24/11/2003, n. 326 (nel caso in cui l'operazione sia garantita da un Confidi).

DESTINATARI DEL FINANZIAMENTO AGEVOLATO

- Imprese artigiane, costituite anche in forma cooperativa e consortile, iscritte negli Albi di cui alle leggi 443/85;
- Imprese operanti nei restanti settori in possesso dei requisiti di cui alla definizione comunitaria di "microimpresa".

E' possibile che ci siano ampliamenti o restrizioni a questo elenco in base allo specifico regolamento.

DESTINAZIONI DEL FINANZIAMENTO AGEVOLATO

Impianto, ampliamento e ammodernamento di locali; acquisto di macchine, attrezzi ed autoveicoli; impianti sistema informatico e comunicazionale; scorte materie prime e di prodotti finiti. Per ulteriori dettagli si rimanda al regolamento regionale.

IMPORTO MAX E MIN AMMISSIBILE AL CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI

Qualunque sia l'importo del finanziamento, quello massimo ammissibile al contributo in conto interessi è di € 325.368,00 per imprese individuali e societarie; € 697.217,00 per consorzi, soc. coop. e per società costituite da meno di due anni derivanti da fusione; € 1.394.434,00 per consorzi in forma di coop. Sono esclusi dagli interventi agevolati di finanziamenti di importo inferiore a € 5.165,00.
Per maggiori informazioni relative alle diverse forme di società e destinazioni si rimanda al regolamento regionale.

DURATA DELL'AGEVOLAZIONE

Qualunque sia la durata del contratto di finanziamento, il contributo in conto interessi è riconosciuto al max per:
- 12 anni impianto, ampliamento e ammodernamento di locali (15 anni per nuova costituzione);
- 6 anni per acquisto macchine ed attrezzi nuovi ( 8 anni per nuova costituzione);
- 5 anni per scorte materie prime e prodotti finiti (7 anni per nuova costituzione).

MISURA DEL CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI

Per la quota del finanziamento ammessa al contributo, il contributo stesso è determinato in misura percentuale del tasso di riferimento vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento pari al 64%. La misura del tasso di riferimento è indicata e aggiornata con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, in conformità con le disposizioni dell'Unione Europea. Detta misura di tasso di riferimento, è resa pubblica sul seguente sito internet: http://ec.europa.eu/competition/state_aid/legislation/reference_rates.html.

CONTRIBUTO IN CONTO CAPITALE

10% della spesa sostenuta nel limite di € 325.368. L'importo ammissibile è elevato ad € 650.736 per imprese di produzione beni.

CONTRIBUTO PER LA RIDUZIONE DEI COSTI DELLA GARANZIA

​Quando il finanziamento per il quale viene richiesto il contributo in conto interessi è garantito, in misura pari almeno al 50% da un Confidi è possibile richiedere il contributo per la riduzione dei costi di garanzia con la medesima domanda di agevolazioni finanziarie contributo per la riduzione dei costi di garanzia è pari allo 0,50% annuo dell'importo del finanziamento, per un massimo di 5 anni.

MODALITA' DI EROGAZIONE

​Il contributo può essere erogato direttamente all'impresa in unica soluzione in forma attualizzata.

PRESENTAZIONE DOMANDA

​Esclusivamente online attraverso una piattaforma elettronica fornita da Artigiancassa a banche, società di leasing e associazioni di categoria appositamente accreditate.